Pista ciclabile gravel Vorderrhein

Mittel
281.7 km
30:05 h
7856 Hm
7856 Hm
Aussicht von Ruschein
Gravelbike Route Vorderrhein

10 Bilder anzeigen

Ausblick in die Surselva
Il tour in gravel bike attraverso la Surselva fino a Disentis Sedrun e alla Maighelshütte promette non solo un emozionante viaggio di scoperta, ma anche un giro attraverso la più grande area di lingua romancia dei Grigioni fino alla sorgente del Reno.
Technik 3/6
Kondition 3/6
Höchster Punkt  2311 m
Tiefster Punkt  559 m
Beste Jahreszeit
Jan
Feb
Mär
Apr
Mai
Jun
Jul
Aug
Sep
Okt
Nov
Dez
Start
Coira
Ziel
Coira
Koordinaten
46.861507, 9.506525

Details

Beschreibung

Si parte da Coira e si raggiunge la spettacolare strada panoramica attraverso la Ruinaulta lungo il Reno anteriore. Attraverso la poco conosciuta Alp Brno andiamo a Ilanz, la prima città sul Reno.

Sull'altro lato della valle, fino al lago artificiale di Lag da Pigniu, vi aspettano ripide rampe e una splendida vista sull'altopiano di Obersaxen. Il lago artificiale di Panixer, come viene chiamato in tedesco, colpisce per le sue imponenti cascate prima di raggiungere Andiast e Brigels attraverso strade sterrate, boschi e prati.

Si attraversano comodamente i tipici villaggi della Surselva fino a Trun. Da qui, il viaggio con la Ferrovia Retica risale la valle. Da Tschamut si segue il Reno, ancora giovane, in direzione della sua sorgente. Dopo un breve tratto sulla strada del Passo dell'Oberalp, si raggiunge il rifugio Maighels su una ripida strada sterrata in alta montagna. Il rifugio è il punto più alto raggiungibile in bicicletta nelle sorgenti del Reno anteriore. Sfreccerai lungo la valle fino a Sedrun, dove ti rifocillerai con la torta di noci più piccola del mondo. Attraverso la Muota Pigniel si raggiunge l'Uaul Cavorgia, che colpisce per la sua flora e una splendida vista panoramica.

Da Disentis si cammina lungo il Reno anteriore attraverso banchi di ghiaia e freschi boschi alluvionali fino a Trun, da dove si affronta la salita verso l'altopiano dell'Obersaxen. La salita sull'Alp Stavonas è lunga, ma il panorama compensa. Dall'Alp Nova parte una lunga discesa attraverso la Val Lumnezia. Attraverso la piccola cappella Sogn Carli si sale fino alla locanda Bündner Rigi. La tortuosa discesa verso Luven porta infine a Ilanz.

Il percorso si snoda attraverso la foresta di Flims, passando per il pittoresco lago di Cauma, fino alla piattaforma panoramica di Conn, al lago di Cresta e lungo la gola di Felsbach attraverso la foresta di Flims. Dopo una rapida discesa verso Sagogn, si attraversa il Reno alla stazione ferroviaria di Valendas. Una breve salita riporta sulla strada che sovrasta la Ruinualta. Alla fine, vi aspetta la strada della gola del Reno prima di tornare a Coira.

Dei 281,7 km, 23,7 km sono percorribili in treno. 

Mancia: Ti piacerebbe tenere la schiena libera in questo tour di più giorni? Allora prenotate il trasporto bagagli da un hotel all'altro : comodo e facile.

Fasi

Tappa 1: Coira – Ilanz

Tappa 2: Ilanz – Lag Pigniu – Brigels

Tappa 3: Brigels – RhB – Lai Tuma – Disentis

Tappa 4: Disentis – Obersaxen

Tappa 5: Obersaxen – Alp Nova – Ilanz

Tappa 6: Ilanz – Flimserwald – Coira

Geheimtipp

Suggerimento: non preoccuparti di portare i bagagli in questo viaggio di più giorni. Prenota il trasferimento bagagli da un hotel all'altro - comodo e facile.

Wegbeschreibung

Coira – Ilanz: 49,9 chilometri – 1249 metri di dislivello

Si parte da Coira (593 m s.l.m.) e si pedala lungo il Reno sulla pista ciclabile fino a Reichenau, dove il Reno anteriore e il Reno posteriore si fondono. Su strade secondarie si segue la pista ciclabile n. 3 fino a Bonaduz. Qui si può accedere alla spettacolare strada che attraversa la Ruinaulta. La gola del Reno, conosciuta anche come il "Piccolo canyon svizzero" con le sue pareti rocciose alte 300 metri e le formazioni rocciose, ospita una fantastica strada panoramica. Concedetevi una breve pausa per godervi uno dei paesaggi più variegati delle Alpi. Si attraversa il ponte al termine della prima breve discesa e si imbocca una breve salita con magnifici tornanti che porta a Versam (909 m s.l.m.). Proprio all'ingresso del paese, svoltare in direzione Safiental e seguire il percorso MTB n. 157 "Calörtsch". Passando per Arezen si raggiungono gli alpeggi nei pressi di Calörtsch (1401 m s.l.m.) su strade sterrate attraverso boschi e prati. Qui si può godere di una vista panoramica particolarmente suggestiva sul Flimser Stein. Seguendo il percorso MTB, un breve sentiero forestale attraverso la foresta di Calörtscher (1580 m s.l.m.) vi riporterà su una strada che vi porterà all'idilliaco villaggio di Brno. Nella veloce discesa da Brno alla strada principale (910 m s.l.m.), si ritorna sulla pista ciclabile 3, che si segue in direzione di Valendas. Valendas delizia non solo con innumerevoli case padronali ben conservate, ma anche con la più grande fontana in legno d'Europa. Da qui si segue la pista ciclabile fino a Ilanz (699 m s.l.m.), la prima città sul Reno.

Ilanz – Lag Pigniu – Brigels: 31,9 chilometri – 1395 metri di dislivello

Da Ilanz (699 m s.l.m.) si prosegue su strada asfaltata con una forte pendenza fino a Ruschein (1166 m s.l.m.). La vista da Ruschein nella Valle di Valles attraverso Ilanz è una delle prime attrazioni del percorso. A Ruschein si raggiunge la pista ciclabile n. 90 dei Grigioni e si attraversa Siat. Ripide rampe si alternano a rilassanti tratti pianeggianti. A Siat, alcune fontane invitano a riempire le borracce. La vista sull'altopiano di Obersaxen vi farà dimenticare le gambe che bruciano. La strada sale ulteriormente fino a Darpagaus (1494 m s.l.m.) prima di raggiungere la valle laterale "Val da Pigniu" in rapida discesa. La salita verso Pigniu e fino al lago artificiale di Lag da Pigniu (1447 m s.l.m.) è di facile gestione. La parete rocciosa con imponenti cascate sul retro del lago è così impressionante che vale sicuramente la pena fare una deviazione fino alla fine della strada sterrata. Il percorso ritorna sulla strada solo per poche centinaia di metri prima di svoltare a destra seguendo il percorso MTB 90. Dall'altra parte del fiume, una strada sterrata, poi una breve parentesi tra boschi e prati porta ad Andiast. Da Andiast si segue per un breve tratto la strada principale per Waltensburg (1003 m s.l.m.). La chiesa di Waltensburg ispira con fantastici dipinti e merita sicuramente una sosta. Una strada sterrata con vista panoramica e un'imponente galleria di roccia porta a Brigels (1290 m s.l.m.).

Brigels – RhB – Lai Tuma – Disentis: 44,1 chilometri – 1238 metri di dislivello

Oggi è il momento di arrotolarsi comodamente! Da Brigels (1290 m s.l.m.) il percorso conduce attraverso i tipici villaggi della Surselva fino a Trun (861 m s.l.m.). Da qui parte una volta all'ora la Ferrovia Retica che risale la valle. Si carica la gravel bike sulla RhB rossa e la si porta via Disentis fino a Tschamut (1645 m s.l.m.). Da qui si segue il Reno, ancora giovane, verso la sua sorgente. Per prima cosa, il Veloroute 3 vi porta in direzione del Passo dell'Oberalp, a Surpalits girate sul percorso MTB n. 205. Una ripida strada sterrata ti porta in alta montagna e ad ogni pedalata l'aria si fa un po' più rarefatta. A Siara (2174 m s.l.m.) si ha la possibilità di affrontare a piedi gli ultimi 900 metri e 176 metri di dislivello fino alla sorgente del Reno Anteriore. Un sentiero ripido e impraticabile conduce a Lai da Tuma (2345 m s.l.m.). Se preferite la felicità su due ruote, seguite la strada sterrata fino al rifugio Maighels (2314 m s.l.m.). Il rifugio è il punto più alto degli affluenti del Reno Anteriore che può essere raggiunto in bicicletta. Una sosta è più che meritata prima di seguire prima la strada sterrata e poi la strada del passo dell'Oberalp per tornare a Tschamut (1645 m s.l.m.). A Selva di Val Gardena si abbandona la strada principale e si imbocca la pista ciclabile 90 dei Grigioni fino a Sedrun (1406 m s.l.m.). Qui vale la pena fare una breve deviazione verso il villaggio per rifocillarsi a "La Conditoria" con la torta di noci più piccola del mondo. Passando per Surrein si raggiunge l'Uaul Cavorgia (1662 m s.l.m.) attraverso il Muota Pigniel, che si distingue per la sua flora e una splendida vista panoramica. Il percorso vi porta attraverso Mumpé Medel fino a Disentis (1130 m s.l.m.). Da lontano si può vedere l'imponente monastero benedettino, che ha plasmato il villaggio dal 13 ° secolo.

Disentis – Obersaxen: 29,2 chilometri – 1260 metri di dislivello

Da Disentis (1130 m s.l.m.) si può già vedere Cavardiras, che svetta sopra la Surselva. Una breve discesa verso il Reno e una leggera salita vi porteranno al villaggio sull'altro lato della valle. Siete sulla pista ciclabile n. 3.  Una breve e rapida discesa porta a Pardomat e lungo il Reno Anteriore si raggiunge Surrein fino a Trun (852 m s.l.m.) attraverso banchi di ghiaia e freschi boschi alluvionali. Il percorso MTB n. 90 vi porta ora sull'altopiano dell'Obersaxen. L'area è stata colonizzata dai Walser ed è quindi un'isola di lingua svizzero-tedesca nel mezzo della Surselva. Sopra Friggahüs si raggiunge il punto più alto della giornata (1481 m s.l.m.) e, accompagnati da un'impressionante vista sulla Surselva, si raggiunge comodamente il Meierhof (1259 m s.l.m.).

Obersaxen – Alp Nova – Ilanz: 38,3 chilometri – 1252 metri di dislivello

Molte strade portano a Roma e molte anche attraverso Obersaxen. Wali è raggiungibile da Meierhof (1259 m s.l.m.) passando per Miraniga. Qui si raggiunge il percorso MTB n. 90 che continua a salire attraverso l'Alpe Stavonas fino all'Alpe Prada (1971 m s.l.m.). Una breve discesa promette un po' di relax, ma il percorso sale di nuovo su un breve e ripido sentiero prativo fino all'Alp Naul. Una strada sterrata porta al punto più alto della giornata, l'Alp Nova (2077 m s.l.m.). Da tempo vi siete lasciati alle spalle la linea degli alberi e quassù siete inesorabilmente esposti al vento e alle intemperie. Il percorso prosegue tranquillamente fino all'Alp Sezner (1982 m s.l.m.). Durante la discesa verso Vignogn si gode di una vista mozzafiato sulla Val Lumnezia e nelle giornate più calde ci si può rinfrescare nel lago balneabile Davos Munts. Passando per Vella (1244 m s.l.m.) il viaggio prosegue attraverso la valle fino a Morissen, dove ci attende l'ultima salita della giornata. Attraverso la piccola cappella Sogn Carli si raggiunge la locanda Bündner Rigi. A 1618 metri sul livello del mare, rimarrete sorpresi da un'incantevole vista sulla Val Lumnezia e sulla gola del Reno. Godetevi la tortuosa discesa verso Luven (998 m s.l.m.) prima di concludere la vostra giornata in gravel bike a Ilanz (699 m s.l.m.), la prima città sul Reno.

Ilanz – Flimserwald – Coira: 65,7 chilometri – 1397 metri di dislivello

Da Ilanz (699 m s.l.m.) si può prendere il percorso MTB n. 260 "Giro della gola del Reno" attraverso Schluein e Sagogn fino al Flims Grosswald. Il tour si snoda attraverso il cono ghiaione della frana di Flims e su strade forestali con vista sul patrimonio mondiale dell'UNESCO Sardona, passando per il pittoresco lago di Cauma (997 m s.l.m.) fino alla piattaforma panoramica di Conn. Qui si può godere di una vista mozzafiato sulla gola del Reno. Il ristorante Conn serve specialità locali. Rinforzati, si prosegue su strade sterrate sul percorso MTB n. 245 "Flimserwald Rundtour". Attraverso un paesaggio di siepi aperto con una vista a tutto tondo si raggiunge Trin Digg, da lì fino a Trin Mulin. Dopo una nuotata rinfrescante nel lago di Cresta (845 m s.l.m.), il percorso si snoda attraverso la foresta di Flims e lungo la gola di Felsbach su ripide strade naturali fino a Flims (1099 m s.l.m.). Passando per Murschetg si ritorna a Sagogn in rapida discesa e si attraversa il Reno alla stazione ferroviaria di Valendas (669 m s.l.m.). Una breve salita porta alla strada sopra la Ruinualta, che conosci già dalla prima tappa. Infine, si può percorrere di nuovo la strada delle gole del Reno prima di prendere la strada per Bonaduz e Reichenau, dove si incontrano il Reno anteriore e quello posteriore. Da qui si può comodamente tornare a Coira (593 m s.l.m.).

Verantwortlich für diesen Inhalt Grigioni Vacanze.
Dieser Inhalt wurde automatisiert übersetzt.