Regione di origine della pista ciclabile su strada Reno

Mittel
304.5 km
17:25 h
4827 Hm
4935 Hm
Gravel&Road Graubünden
Roadcycling Route Rhein

8 Bilder anzeigen

Gravel&Road Graubünden
Su circa 270 chilometri vi aspettano due magnifici passi alpini, gole profonde, paesaggi spettacolari e un viaggio attraverso tutte e tre le regioni linguistiche dei Grigioni.
Technik 3/6
Kondition 3/6
Höchster Punkt  2066 m
Tiefster Punkt  237 m
Beste Jahreszeit
Jan
Feb
Mär
Apr
Mai
Jun
Jul
Aug
Sep
Okt
Nov
Dez
Start
Coira
Ziel
Coira
Koordinaten
46.797537, 9.398778

Details

Beschreibung

Si parte da Coira e si scoprono le dolci colline della frutta e del Burgenland Domleschg su strade secondarie. Il percorso si snoda attraverso il monumento naturale della gola di Viamala e da qui il percorso sale costantemente attraverso la valle dell'Hinterrhein. Alla gola della Roffla, la valle si restringe prima di raggiungere finalmente Splügen, il più antico villaggio di valico dei Grigioni. Poco dopo, il Passo del San Bernardino, un classico della storia del transito alpino, vi chiama. I numerosi tornanti fino alla cima del passo fanno battere forte il cuore di ogni appassionato di bici da corsa. Una volta in cima, un po' di riposo è più che meritato. Ma presto la rapida discesa verso sud, giù nel Misox, chiama. Durante la discesa lunga 44 chilometri, sarete sorpresi e ispirati dal paesaggio, un tempo alpino, poi improvvisamente mediterraneo.

Poco dopo Roveredo si attraversa il confine cantonale dai Grigioni al Ticino. Fino a Biasca, il terreno sale solo dolcemente. Con il Passo del Lucomagno, ora puoi aspettarti una sorpresa che ingiustamente non è ancora arrivata in cima all'Olimpo delle bici da strada. La salita conduce attraverso la Valle di Blenio fino a Olivone, dove si imbocca la Valle Santa Maria. All'Ospizio del Lucomagno non c'è solo il cartello del lasciapassare, qui si può anche tornare nel Cantone dei Grigioni. La discesa vi porta attraverso la Val Medel fino a Disentis. Il viaggio prosegue lungo il Reno Anteriore attraverso la Surselva. Una deviazione attraverso l'altopiano di Obersaxen, che delizia con innumerevoli strade nascoste, vi porta a Ilanz, la prima città sul Reno. Da qui, una strada spettacolare conduce attraverso la Ruinaulta: la gola del Reno, conosciuta anche come il "Piccolo canyon svizzero" con le sue pareti rocciose alte 300 metri e le formazioni rocciose, vi riporta a Coira.

Mancia: Ti piacerebbe tenere la schiena libera in questo tour di più giorni? Allora prenotate il trasporto bagagli da un hotel all'altro : comodo e facile.

Fasi

Tappa 1: Coira – Splügen

Tappa 2: Splügen – Biasca

Tappa 3: Biasca – Disentis

Tappa 4: Disentis – Ilanz

Tappa 5: Ilanz – Coira

Geheimtipp

Consiglio per le gambe stanche: se preferite mantenere la giornata in bici breve, ma non meno spettacolare, c'è la possibilità di saltare la salita via Riein e Dutjen. Da Ilanz si segue la strada che attraversa direttamente la gola del Reno. Il percorso della giornata si accorcia così a 34,3 chilometri e 249 metri di dislivello.

Wegbeschreibung

Coira – Splügen: 56,2 chilometri – 1216 metri di dislivello

Si parte da Coira (593 m s.l.m.) e si segue il Reno sulla pista ciclabile fino a Reichenau. È qui che si fondono il Reno di Guardia e l'Hinterrhein, i due fiumi che sono di particolare interesse per noi in questo tour. Su strade secondarie si attraversano le dolci colline della frutta e del Burgenland Domleschg. A Rothenbrunnen potrete vedere le imponenti fortificazioni di Porta Raetica dalla vostra bicicletta, a Paspels potrete ammirare le opere d'arte del noto artista Robert Indermaur e il castello di Schauenstein a Fürstenau probabilmente vi farà sognare un primo riposo. Dopo aver superato la storica città commerciale di Thusis (680 m s.l.m.), la strada sale continuamente. Tuttavia, il monumento naturale della Gola di Viamala vi stupirà e vi farà dimenticare le difficoltà. La strada si snoda in modo spettacolare attraverso la Viamala e vale la pena dare un'occhiata alla gola. Il percorso prosegue attraverso la valle dell'Hinterrhein, passando per i villaggi dello Schamserberg, fino a quando la valle si restringe verso la gola della Roffla. La Roffla promette grandi scorci in una gola selvaggia. Il sentiero sale costantemente, ma non ripidamente. Attraverso il fondovalle del Rheinwald si raggiunge Splügen (1475 m s.l.m.), il più antico villaggio di valico dei Grigioni.

Splügen – Biasca: 94,1 chilometri – 894 metri di dislivello

L'insediamento walser di Hinterrhein (1624 m s.l.m.) ai piedi del Rheinwaldhorn è il punto di partenza per il Passo del San Bernardino, un classico della storia del transito alpino. I numerosi tornanti fino alla cima del passo a 2066 metri fanno battere forte il cuore di ogni appassionato di bici da strada. La pendenza è costante, ma non ha rampe estremamente ripide, quindi puoi comunque goderti il paesaggio. Una volta in cima al passo, un breve riposo è più che meritato. L'Ospizio e il laghetto invitano a soffermarsi. Ben presto, però, l'attesa della rapida discesa verso sud nel Misox si fa sentire. Lasciatevi sorprendere dalla varietà di paesaggi durante la discesa di 44 chilometri. I numerosi tornanti vi faranno sorridere. Circondate da castagni e viti, le fresche grotte sul ciglio della strada attirano i visitatori con un tocco mediterraneo. Poco dopo Roveredo si attraversa il confine cantonale in Ticino e gli ultimi 20 chilometri portano a Biasca (301 m s.l.m.), punto di partenza perfetto per affrontare il Passo del Lucomagno il giorno successivo.

Biasca – Disentis: 60 chilometri – 1787 metri di dislivello

L'inizio della tappa regina è tranquillo. Anche se il percorso sale costantemente da Biasca (301 m s.l.m.), è appena sufficiente per goderselo nonostante le gambe stanche. Con il Passo del Lucomagno, puoi aspettarti una sorpresa su questa tappa che ingiustamente non è ancora arrivata in cima all'Olimpo della bici da strada. Una salita di 42 chilometri con 1680 metri di dislivello non è per i deboli di cuore. La salita conduce attraverso la Valle di Blenio fino a Olivone (902 m s.l.m.), dove si imbocca la Valle Santa Maria. La pendenza è costante, ma presenta alcune rampe nitide. L'attuale cima del passo si trova accanto al lago di montagna Lai da Santa Maria a 1972 metri, ma il cartello del passo è all'Ospizio del Lucomagno a 1914 metri, dove si può anche tornare ai Grigioni. La discesa conduce attraverso la Val Medel fino a Disentis (1130 m s.l.m.). Un'ultima breve e frizzante salita ti porta in paese. Da lontano si può vedere l'imponente monastero benedettino, che ha plasmato la città dal 13 ° secolo.

Disentis – Ilanz: 61,4 chilometri – 1570 metri di dislivello

Da Disentis (1130 m s.l.m.) si prosegue lungo il Reno Anteriore attraverso la Surselva, la più grande area di lingua romancia dei Grigioni. A Trun (852 m s.l.m.) si abbandona la strada principale e si esplorano pittoreschi villaggi sul lato settentrionale della valle a sei chilometri e 300 metri sul livello del mare. Dopo aver cambiato lato della valle, ci si ritrova sul pendio verso l'altopiano di Obersaxen. L'area è stata colonizzata dai Walser ed è quindi un'isola di lingua svizzero-tedesca nel mezzo della Surselva. Con le sue innumerevoli strade nascoste, Obersaxen ispira i ciclisti da corsa che amano esplorare. Rimanere sulla strada principale fino a Meierhof (1259 m s.l.m.) e poi svoltare a destra nel centro del paese. Si sale un po' più in alto e ad ogni pedalata la vista sulla Surselva diventa ancora più impressionante. Attraverserai i villaggi di Miraniga, Misanenga e Surcuolm prima di affrontare l'ultima salita della giornata. A 1535 metri sul livello del mare, sarete sorpresi da un'incantevole vista sulla Val Lumnezia e sulla gola del Reno. Godetevi la tortuosa discesa verso Luven (998 m s.l.m.) prima di concludere la vostra giornata di ciclismo su strada a Ilanz (699 m s.l.m.), la prima città sul Reno.

Ilanz – Coira: 47,5 chilometri – 1143 metri di dislivello

Poco dopo Ilanz (699 m s.l.m.) si imbocca una stradina per Sevgein e infine si raggiunge Riein (1270 m s.l.m.). La strada poco trafficata e perfettamente asfaltata sale relativamente ripida all'inizio e presto ci si lascia alle spalle il villaggio di Sevgein. Da qui, la strada accende la sua vera magia. La strada sale continuamente e la vista sulla Valle di Valles è unica. Poiché Riein è un vicolo cieco per i veicoli a motore, solo poche auto trovano la loro strada qui.

Dopo Riein si passa il divieto di circolazione per i veicoli a motore e una stretta strada asfaltata conduce a Cuolm (1550 m s.l.m.) e Ober Dutjen. Il paesaggio idilliaco vi farà dimenticare tutte le fatiche e la rapida discesa a Valendas (810 m s.l.m.) con una splendida vista sulla valle del Reno è pura ricompensa. Da Versam, una strada spettacolare conduce attraverso la Ruinaulta. La gola del Reno, con le sue pareti rocciose alte 300 metri e le formazioni rocciose, nota anche come il "Piccolo canyon svizzero", sale fino a Versam prima di essere sorpresi da una rapida discesa con fantastici tornanti. Attraversate il ponte alla fine della discesa e portatevi su una breve salita. Ora ti aspettano gallerie rocciose e una fantastica strada panoramica. Fate una breve pausa per godervi la vista della gola. Il percorso porta a Bonaduz (662 m s.l.m.) e Reichenau, dove si incontrano i fiumi Anteriore e Reno posteriore, e poi a Coira (593 m s.l.m.).

Verantwortlich für diesen Inhalt Grigioni Vacanze.
Dieser Inhalt wurde automatisiert übersetzt.