Rovina Engadin Samnaun Val Müstair

Ruinen Gonda

Ruinen Gonda
Ruinen Gonda

3 Bilder anzeigen

Ruinen Gonda
Gonda è un insediamento abbandonato del 12 ° secolo vicino a Lavin nella Bassa Engadina nel cantone svizzero dei Grigioni. Dal 1987 l'area di Gonda è sotto la protezione della Confederazione Svizzera.

Beschreibung

Dal momento che non ci sono quasi documenti su Gonda, poco si sa sulla storia del villaggio. La prima menzione scritta risale all'anno 1161, nel 1317 viene menzionato un Gebhard di Gonda. Nel 16 ° secolo, Gonda è indicata come la frazione di Lavin. Ulrich Campell descrisse Gonda nel 1570 nelle sue "Raetiae alpestris topographica descriptio" come un villaggio con circa 30 case. Nel 1741, Nicolin Sererhard menziona Gonda come abbandonata e disabitata nella "Einfalte Delineation aller Gemeinden gemeiner dreien Bünden".

Quando esattamente e perché Gonda è stata abbandonata dai suoi abitanti non è noto, certamente diverse ragioni hanno avuto un ruolo. Oltre alla difficile situazione economica all'inizio del 17 ° secolo e all'invasione austriaca intorno al 1620 da parte di Alois Baldiron durante i tumulti grigionesi, sono state aggiunte minacce naturali da valanghe e inondazioni del torrente nelle immediate vicinanze.

Oltre alle rovine della chiesa, sono stati conservati resti delle mura di altri nove edifici. Le rovine, alcune delle quali sono fortemente ricoperte di vegetazione, si ergono in prati intervallati da gruppi di arbusti e alberi. Nelle pareti di alcune aperture di finestre e porte si possono ancora vedere.

Nel 1983, il comune di Lavin ha istituito la Fondazione «Fundaziun Pro Gonda». Ha lo scopo di ricercare la storia dell'insediamento e di preservare e mettere in sicurezza le sue rovine. A Gonda c'è una rara opportunità di esplorare una struttura del borgo medievale che non è stata distrutta dalla successiva cementificazione.

Wegbeschreibung

Öffentliche Verkehrsmittel

  • Con la Ferrovia Retica (da Coira, Prättigau o Alta Engadina) ogni ora a Lavin

Anfahrt

  • Da nord: via Landquart – Klosters in auto attraverso il tunnel della Vereina (Selfranga - Sagliains) o attraverso il Passo Flüela nella Bassa Engadina sulla H27
  • Da est: via Landeck / Austria in direzione di St. Moritz sulla H27
  • Da sud: via Passo Resia (Nauders-Martina) o Passo Ofen (Val Müstair-Zernez) sulla H27

Parken

  • Parcheggio a pagamento disponibile nel villaggio

Kontakt

Verantwortlich für diesen Inhalt Vacanza Engadin Scuol Samnaun Val Müstair AG.
Dieser Inhalt wurde automatisiert übersetzt.

Outdooractive Logo

Diese Webseite nutzt Technologie und Inhalte der Outdooractive Plattform.